Luca July 5, 2019

Una competizione di raccolta dati che ha offerto ai tifosi la possibilità di vincere £ 50 milioni è al centro di nuove domande sulla campagna pro-Brexit prima del referendum UE del 2016.

La scorsa settimana il comitato ristretto per il digitale la cultura, i media e lo sport hanno pubblicato una lettera inviata da Facebook alla Commissione elettorale in cui affermava che due campagne, Vote Leave e BeLeave, utilizzavano tre serie di dati per rivolgersi al pubblico, osservando che coprivano “lo stesso pubblico”.

Ora è emerso che un set di dati a cui fa riferimento Facebook, chiamato “50million_remains”, è probabile che sia una competizione quel Leave Leave correva, nel quale offriva ai fan la possibilità di vincere 50 milioni di sterline se predisse Unibet Magyar correttamente l’esito di ogni partita nei Campionati Europei di quell’anno.

Su un blog scritto dopo il referendum, Dominic Cummings, Vota il direttore della campagna di Leave, ha ammesso che il concorso per vincere £ 50 milioni è stato un esercizio di raccolta dati. Parlando della necessità dei dati nel prendere di mira gli elettori, ha detto: “I dati scorrevano sul terreno e sono stati poi analizzati dal team di scienza dei dati e integrati con tutti gli altri flussi di dati in streaming.Questo è stato il punto del nostro premio da 50 milioni di sterline per la previsione dei risultati dei campionati europei di calcio, che ha raccolto dati da persone che di solito ignorano la politica. ”

Il comitato dei parlamentari ha annunciato che riferirà Cummings per disprezzo del parlamento per aver rifiutato di apparire e rispondere alle domande dei parlamentari. Facebook Twitter Pinterest Vota Annuncio YouTube di Leave che promuove la competizione.

Per partecipare alla competizione, i fan dovevano inserire il loro nome, indirizzo, email e numero di telefono, e anche come intendevano votare al referendum.L’anno scorso, Martin Moore, direttore del centro per lo studio dei media, della comunicazione e del potere al King’s College di Londra, e l’autore di un libro in uscita, Democracy Hacked, ha detto all’Observer che aveva cercato di trovare i dettagli del quiz e esattamente quali informazioni aveva raccolto, ma che il sito era stato rimosso e che non poteva trovarne traccia su Internet. “Ho visto una pubblicità per Unibet fogadas questo momento. E non riuscivo a capire perché era stato fatto o per quale scopo e solo dopo ho letto il blog di Dom Cummings e ho capito che in realtà era molto intelligente. I dati sono molto difficili da raccogliere nel Regno Unito e stavano iniziando con niente.Ma capire cosa mandare il messaggio a quale pubblico era assolutamente cruciale.Pubblicare tutto Vota Lascia i dati, le sfide principali della campagna Facebook Ulteriori informazioni

“Ciò che è chiaro dall’annuncio è che avevano identificato un particolare gruppo di persone che sono davvero difficili da raggiungere. Giovani della classe lavoratrice che ignorano e rifiutano attivamente la politica. È difficile ottenere i loro dati di contatto ed è difficile convincerli a votare, ma questo è stato fondamentale per Project Waterloo – aumentando l’affluenza di particolari demografici, specialmente i giovani uomini della classe operaia inviando loro messaggi che Leave sapeva avrebbe provocato una risposta “.

Gli annunci per la competizione sono ancora online e mostrano due uomini in giacche hi-viz – “Gary e Kev” – seduti in un pub a bere birra e parlare di calcio.Il premio è di 50 milioni di sterline, dice uno di loro, perché “è così che la Gran Bretagna dà ogni giorno all’Unione europea”. Anche se nessuno ha vinto il premio da 50 milioni di sterline, Vote Leave ha detto che 50.000 sterline sono state assegnate a un concorrente.

Un portavoce del voto votato ha detto: “Vota la partita di predittore del punteggio di calcio ha aumentato la consapevolezza dei contributi giornalieri del Regno Unito al UNIONE EUROPEA. Facebook ha confermato al comitato DCMS che BeLeave non ha pubblicato alcuna pubblicità utilizzando i set di dati risultanti da questo concorso o da qualsiasi altro voto lasciato nella sua campagna pubblicitaria digitale. Le affermazioni contrarie sono completamente scorrette e tipiche del giornalismo sciatto e delle bugie che vengono diffuse dal Guardian e dall’Observer nel loro tentativo di delegittimare e ribaltare il risultato del referendum. ”

Darren Grimes of BeLeave non ha risposto ad un richiesta di commento.