Adam5811 April 6, 2016

Mentre Tadic attraversa il campo di allenamento De Toekomst dell’Ajax, un volto familiare è tra i visitatori nella clubhouse. Sjaak Swart, noto come Mister Ajax dopo aver scalato i ranghi per aver giocato più di 600 partite per la prima squadra, è un ospite frequente anche all’età di 81 anni.

Lui e Tadic condividono un caloroso abbraccio e il l’apprezzamento reciproco è tangibile. “È stato così bravo per il club”, dice Swart. I due uomini rappresentano la gloria dell’Ajax, passata e presente. Tadic si sta rapidamente affermando, avendo segnato 46 gol in 81 partite.Dusan Tadic ispira l’Ajax alla straordinaria sconfitta dei campioni del Real Madrid Leggi di più

Il regista serbo può solo sognare di eguagliare le tre Coppe europee consecutive vinto da Swart con l’Ajax nei primi anni ’70.Ma l’anno scorso ci è andato abbastanza vicino, solo per gli Spurs a rovinare la festa negli ultimi secondi della semifinale di Champions League.

È stato un duro colpo, aggravato dal fatto che l’Ajax stava inseguendo una tripletta. raggiunto solo una volta prima, nel 1972 – con Swart parte della squadra. Tadic ricorda bene il momento in cui Lucas Moura ha segnato il gol decisivo al 96 ‘.

“Non ho mai visto quel tipo di silenzio, sia allo stadio che nei giorni successivi all’interno del club”, dice. . “Sembrava che le persone non potessero parlare o mangiare per un paio di giorni.È stata una grande delusione perché penso che meritassimo di essere in finale “.

Forse per il vantaggio dell’Ajax non c’è stato molto tempo per piangere perché sono seguite due partite di campionato con in palio il titolo olandese. “Stavamo pensando: ‘Se vinciamo il campionato e la coppa, l’anno sarà ancora un grande successo'”, dice Tadic. “Ma se avessimo perso ci saremmo sentiti molto male. Alla fine abbiamo vinto, quindi abbiamo concluso bene la stagione. ”

Dove la semifinale contro gli Spurs sembrava irreale, la recente partita di Champions League contro il Chelsea è stata bizzarra. Tadic ammette che è stata la partita più pazza in cui è stato coinvolto, con l’Ajax che ha segnato un vantaggio per 4-1 dopo aver perso i due difensori centrali e concesso un rigore nello spazio di cinque secondi.Fino ad allora l’Ajax era stato superiore ma ha subito tre gol nel secondo tempo, proprio come contro gli Spurs, e ha pareggiato 4-4. Ora hanno bisogno di un punto in casa contro il Valencia martedì per essere sicuri di passare agli ottavi di finale. Facebook Twitter Pinterest Dusan Tadic è consolato da Toby Alderweireld dopo la drammatica sconfitta dell’Ajax contro il Tottenham.Fotografia: Soccrates Images / Getty Images

Tadic respinge i suggerimenti secondo cui l’Ajax era stato ingenuo contro Tottenham e Chelsea concentrandosi sull’aumento del vantaggio piuttosto che sulla difesa del vantaggio. “Gli Spurs ci hanno dato problemi con [Fernando] Llorente; stavano giocando a palle lunghe su di lui “, dice. “Se fossimo caduti un po ‘più indietro, penso che avremmo avuto ancora più problemi perché sarebbe stato direttamente nell’area di rigore con più palle alte in arrivo.”

È interessante osservazione del 31enne, che analizza il calcio con astuzia ed è attratto dall’idea di diventare allenatore.All’inizio di questa stagione ha prolungato il suo contratto fino al 2026 con l’obiettivo di assumere un ruolo di allenatore in quel periodo. “Amo il calcio e mi piace discutere di molti momenti e dettagli del gioco”, dice Tadic.

Spera di giocare il più a lungo possibile, acquisendo conoscenze di allenatore nel processo e sa che lui è in un buon posto per imparare. Ammira la filosofia Ajax, che lo ha affascinato da ragazzo. “Fin da piccolo ho sempre amato l’Ajax”, dice Tadic. Il Chelsea reagisce mentre l’Ajax paga due cartellini rossi e due rigori Leggi di più

Una mossa prevista lì nel 2012 non si è concretizzata – lui All’epoca era al Groningen in Olanda, dopo aver lasciato la Serbia due anni prima e quando il club ha rinnovato il proprio interesse due anni fa, sapeva che era il momento giusto.La sua scommessa di lasciare la Premier League nel fiore degli anni è stata ripagata, anche se Tadic non l’ha mai visto come un rischio.

“Molti club erano davvero interessati, ma ho detto al Southampton che volevo solo andare ad Ajax. Forse volevano che andassi in un altro club, ma sono stato subito chiaro.Ho detto: “Questo è l’unico club in cui voglio andare” “.

Alla fine, a giugno 2018, il Southampton ha accettato una quota iniziale di € 11,4 milioni (£ 9,6 milioni), inferiore al previsto. “Penso di aver meritato di andare dove volevo dopo quello che ho fatto per il club in quattro anni”, dice Tadic. “Perché prima di partire avevo molte altre possibilità di andarmene, ma poi sono rimasto e ho anche firmato un nuovo contratto”. Ha bei ricordi del suo tempo al St Mary’s, in particolare i suoi primi due anni, durante i quali il club ha registrato il sesto posto in Premier League, nel 2015-2016. “Siamo stati fantastici: quelli sono stati gli anni migliori della storia del Southampton. È molto bello che ne farò sempre parte. ” Facebook Twitter Pinterest Dusan Tadic festeggia dopo aver segnato per il Southampton contro il Bournemouth nell’aprile 2018.Fotografia: Matt Watson / Southampton FC tramite Getty Images

Tadic sottolinea la sua gratitudine generale nei confronti del club, che idealmente avrebbe conservato il proprio talismano o lo avrebbe venduto per una quota più alta. “Apprezzo molto che mi abbiano permesso di seguire i miei sentimenti, perché probabilmente avrebbero ricevuto più soldi da altri club”.

Tadic parla del suo legame speciale con l’Ajax. “Penso che avessero bisogno di me e io avevo bisogno di loro. Penso che ci siamo davvero ritrovati “, dice ridendo.

Loro sì. La sua stagione di debutto includeva vittorie impressionanti al Real Madrid e alla Juventus. Tadic considera la vittoria per 4-1 al Bernabéu come la partita più speciale della sua carriera; ha ricevuto un 10 da L’Équipe e un messaggio di congratulazioni dal suo amico Novak Djokovic.Ammette che la stagione ha superato le sue aspettative. “Mi aspettavo molto, ma non così tanto. Dopo che l’Ajax non ha giocato la Champions League per quattro anni, nessuno avrebbe pensato che avremmo giocato le semifinali “. The Fiver: iscriviti e ricevi la nostra email quotidiana sul calcio.

Niente, a quanto pare, lo raggiungerà presto fuori da Amsterdam. In estate aveva proposte dalla Premier League e un club cinese – che si credeva fosse Dalian Yifang – gli aveva offerto 42 milioni di euro per tre stagioni, ma lui ha rifiutato. Di fronte a quelle cifre, sorride e ammette che l’offerta era in quella regione.

“Era qualcosa di folle, sì”, dice Tadic, che ammette che altri potrebbero non essere in grado di resistere alla tentazione. “Puoi semplicemente impazzire…alcune volte ho ricevuto buone offerte dalla Cina, ma devi anche ascoltare il tuo cuore.Penso che i soldi non siano tutto; la felicità è qualcosa che non puoi comprare. Dentro mi sento ricco. “