Luca August 24, 2019

Molti esperti attribuiscono il fallimento del Bayern Monaco nelle semifinali della Champions League in due stagioni consecutive al fatto che i giocatori della squadra non sono in buona forma. La mancanza di competizione in Bundesliga si rilassa e, nelle ultime fasi della Champions League, la squadra di Monaco, di regola, disegna già il campionato nell’arena nazionale.

L’unica sfida per la Guardiola in Bayern è solo una vittoria in Champions League. La decisione di partire in estate è abbastanza logica. Se riesci a vincere la Champions League in questa stagione, diranno che lo spagnolo lascia di nuovo il club, vincendo con lui tutto ciò che è possibile. Se non funziona, anche il comportamento di Pep troverà la logica. Tre guasti consecutivi non sono più un incidente. Quindi eri nel posto sbagliato al momento sbagliato. E l’opzione migliore sarebbe una separazione amichevole.

Guardiola ha svolto un ottimo lavoro al Bayern. Quando ha firmato il contratto in inverno, non sapeva ancora che in estate, quando entrerà in vigore, la squadra di Monaco vincerà il campionato e la Coppa di Germania, nonché la Champions League. È venuto in Baviera per formare una nuova squadra, realizzando le proprie opinioni sul calcio. E non aveva paura di cambiare il sistema di gioco della Champions League. Ancora più importante, giocando in modo diverso, la squadra di Monaco non è diventata più debole.

Questo significa che con la partenza dello spagnolo vale la pena aspettare la fine del dominio del Bayern in Bundesliga? Niente affatto un fatto. A breve termine, con l’avvento di un nuovo allenatore, ovviamente, i risultati potrebbero peggiorare fino all’adozione di un nuovo modello di gioco. Ma in ogni caso, Pep sarà sostituito da uno specialista qualificato che non lascerà cadere lo stendardo del club bavarese. La presenza di uno staff chic e la capacità di gestire il budget multimilionario di Monaco lo aiuteranno in questo.