Luca August 23, 2019

Il 37enne maestro del suo mestiere è appena agli inizi e l’ambiziosa Lipsia sembra il nuovo club perfetto per lui. “Mi hanno mostrato tutto il potenziale e mi hanno convinto a guardare lontano nel futuro. La cosa principale è fare tutto a modo tuo, come vuole Red Bull. Continuare a credere nei nostri ideali e non imitare il Borussia Dortmund o la Baviera. Vogliamo crescere e sviluppare il nostro talento e pensare molto più avanti. ”

Cos’è la “Red Bull Way”? Innanzitutto, ciò significa che vengono acquistati solo i calciatori di età non superiore ai 24 anni. Non vogliono comprare stelle che tra un anno o due richiederanno un’uscita, come è successo con Keith e Liverpool. Quindi, ancora una volta, non c’è nulla di sorprendente nel fatto che era stato Nagelsmann a notare che gli piaceva la squadra giovane.

“Voglio sostenere il DNA coltivato da Red Bull e allo stesso tempo sviluppare le mie idee.

Forse il giovane Nagelsmann non assomiglia affatto alla persona che ha recentemente ricoperto il suo incarico, ma il loro calcio sarà quasi indistinguibile. Secondo il mentore, è un vero fan dell’alta pressione di Rangnik. “Il club ha una chiara filosofia, volta a mantenere il possesso della palla e un rapido attacco di posizione. Adoro questo stile. ”

In effetti, la fase di transizione dovrebbe essere relativamente indolore. La formazione flessibile 3-5-2, amata da Nagelsmann, è anche molto familiare ai giocatori locali: “È noto che [l’ex allenatore] ha usato questa tattica più spesso. Abbiamo in programma di continuare a utilizzarlo “.

Lo stesso Rangnik era un allenatore flessibile, pronto a cambiare il suo approccio in qualsiasi momento. Ad esempio, il 6 aprile contro Bayer, la sua squadra è stata completamente sconfitta da un avversario che ha vinto 2-1 contro il break. Nella seconda metà, la formazione è cambiata di 3-5-2; il centrocampista Conrad Laimer è andato sul fianco destro della difesa e Nordi Mukiele ha aiutato i giocatori di base Willy Orban e Ibrahim Konate.