Adam5811 November 18, 2016

Ci sono state frustrazioni specifiche qui, visto come lo United ha trascorso l’intero primo tempo in una confusione di riorganizzazione, la loro area tecnica si è trasformata in una stazione di triage, ma la verità è che, dal momento che la vittoria per 5-1 sull’Arsenal alla fine del Dicembre, il Liverpool non ha giocato con il tipo di verve offensiva per cui è diventato famoso sotto Jürgen Klopp.

C’è stata la vittoria per 3-0 sul Bournemouth, è vero, ma potrebbe non esserci avversario migliore per un fuoriclasse da giocare, sicuramente in casa: la partita sarà sempre aperta ed è molto improbabile che degeneri in battaglia.Questo è stato il quarto pareggio nelle ultime cinque partite per la squadra di Klopp e solo la seconda volta che non sono riusciti a segnare in due partite consecutive in questa stagione.

C’è la tendenza a voler sempre ciò che non si ha, a credo che la coperta sia sempre leggermente troppo piccola, ma ci sono stati momenti in questa stagione in cui il centrocampo del Liverpool è sembrato decisamente funzionale. Nessuno può realisticamente dubitare che il Liverpool abbia fatto bene con la vendita di Philippe Coutinho, che voleva andare comunque, e la cui quota ha contribuito a pagare Virgil van Dijk, ma allo stesso modo ci sono stati momenti in questa stagione in cui gli è mancata un po’ dell’invenzione che avrebbe potuto hanno portato.

Ciò è stato particolarmente evidente, ad esempio, nelle trasferte contro Napoli e Paris Saint-Germain in Champions League.Forse se Alex Oxlade-Chamberlain non fosse stato escluso con un infortunio al crociato, avrebbe potuto dare una piccola spinta, ma il fatto è che una squadra che ha impostato con Henderson, Fabinho e Georginio Wijnaldum come loro tre di centrocampo rischierà sempre di essere un poco privo di astuzia.

Il che solleva la questione di come il Liverpool la scorsa stagione, anche dopo che Oxlade-Chamberlain si è infortunato al ginocchio, non sia mai sembrato così piatto come questo. La risposta forse sta nel pressing, che Klopp una volta dichiarò il più grande trequartista del mondo. Gioca in alto sul campo, mantieni l’avversario sotto pressione costante e si commetteranno errori e arriveranno occasioni.Era una teoria che aveva funzionato per Klopp a Mainz e al Borussia Dortmund e lo stava facendo anche a Liverpool. L’Arsenal si è rafforzato quando Henrikh Mkhitaryan si è assicurato la vittoria contro il Southampton. Leggi di più

Il problema era che è arrivato in un costo. Il Liverpool ha terminato la scorsa stagione in uno stato di esaurimento, la sua squadra allungata al massimo assoluto. Non ci è voluto Raymond Verheijen per diagnosticare il problema, anche se l’allenatore olandese lo ha fatto, ripetutamente, sui social media. Il Liverpool stava correndo troppo. Quindi Klopp ha fatto il passo logico di tornare indietro. Il Liverpool, nel complesso, non ha pressato con la stessa intensità in questa stagione.Il risultato è stato un minor numero di infortuni e una migliore difesa, ma il cambio di approccio ha anche evidenziato la mancanza di talento a centrocampo dalla partenza di Coutinho.

Nulla di tutto ciò avrebbe necessariamente importanza se i primi tre sparassero mentre loro fatto in quegli ultimi mesi della scorsa stagione. Ma non lo sono.

Roberto Firmino ha recentemente lottato con un virus e ha lasciato l’Old Trafford con le stampelle dopo aver subito un infortunio alla caviglia. Mohamed Salah è sembrato stranamente fuori di sé nelle ultime settimane, a volte in modo sconcertante, come Billy in uno di quei frequenti periodi in cui i suoi stivali magici erano scomparsi.Mané, con quattro gol in partite consecutive prima del pareggio contro il Bayern, è stato lasciato portare il peso, ma data la profondità del gioco dello United, non c’era mai spazio dietro la linea difensiva per attaccare con il suo ritmo.

Ma parlare di individui, forse, è perdere il punto. L’interazione tra i primi tre non è quella che era. Non c’è lo stesso senso di comprensione telepatica. In parte ciò ha a che fare con gli avversari seduti in profondità, quindi le opportunità per quegli emozionanti counter sono diminuite, ma solo in parte. Nel gioco offensivo del Liverpool si è insinuata un’incertezza che ha ramificazioni in tutto il campo.

Se il movimento non è così fluido come dovrebbe essere, ci sono meno bersagli da colpire per Henderson, il che forse spiega perché così spesso fatto ricorso a colpirlo a lungo.Klopp ha trascorso la maggior parte della partita in preda alla furia, e Henderson lo ha snobbato intenzionalmente dopo essere stato sostituito, suggerendo che sentiva che una quantità sproporzionata di critiche era stata rivolta a lui o che era frustrato dal fatto di essere il giocatore per far posto a Xherdan Shaqiri.

Il nazionale svizzero può portare una scintilla, come ha fatto nel trasformare la partita dello United ad Anfield in questa stagione del Liverpool, ma alla fine gli ospiti si sono ritrovati con Daniel Sturridge e Divock Origi in attacco, cercando di prenderli fuori con palle aeree.

Un pareggio all’Old Trafford non può mai essere un risultato scadente e se il City perde qui sembrerà un ottimo risultato. Ma il problema più grande per il Liverpool è forse più la prestazione e la generale mancanza di penetrazione.