Luca August 26, 2019

Ora Zinchenko può uscire dai primi minuti ed essere uno dei personaggi chiave del modello tattico. La partita in attacco non si limita solo all’alternanza dei due attaccanti e alla fine i combattenti non verificati possono sostituirli per migliorare le statistiche delle loro apparizioni per la squadra nazionale, ma Evgeny Shakhov, segnando così il suo debutto.

Sorvolando il nido di Shevchenko. Come l’Ucraina ha iniziato la selezione ai Mondiali del 2018 Foto: ffu.org.ua

Nonostante gli stand vuoti e la mancanza dei tre punti desiderati nella tabella, la squadra ucraina ha dato la speranza per il meglio. Sopra il nido del deserto NSC Olimpiysky sorse una convinzione nel cambiamento. Non è qui da molto tempo.

L’uomo russo per natura un sognatore. Non puntuale, propositivo, non pragmatico. È, sai, Sluzhkin del romanzo “Il geografo ha bevuto il globo”. Nell’eterna ricerca di alti significati, risponde al misterioso “perché, perché” e nella languida attesa di un pesce rosso.

Se ci pensate, un pesce rosso è buono per due ragioni: in primo luogo, soddisfa i desideri, permettendovi di ottenere il risultato desiderato con il minimo sforzo e nel minor tempo possibile; secondo, ci permette di credere nei miracoli. Il pesce rosso nel calcio russo è stato Oleg Romantsev con la sua 9 volte Spartak, Valery Gazzayev con la Coppa dell’esercito UEFA, Dick Advocaat con la Coppa UEFA sulla Neva e, ovviamente, Guus Hiddink con la semifinale dell’Euro. I fan di squadre specifiche possono facilmente nominare una dozzina in più del proprio pesce rosso, che una volta o l’altra ha trasformato i loro sogni in realtà.

Cattura, il pesce rosso. Il desiderio principale del team Cherchesov

Ogni nuovo successo è ancora più gente che crede in un miracolo e che i sogni diventano realtà. Sembra che tutto sembri molto bello e positivo, se non per un “ma”. Questi credenti nei miracoli a volte non riescono a capire una cosa molto semplice: un pesce rosso lascia sempre, assolutamente sempre dietro una depressione rotta.

Mosca “Spartak” non può diventare un campione per 15 anni. Il CSKA dopo aver lasciato il club Valery Gazzayev ha vissuto momenti difficili, fino a quando non ha trovato Leonid Slutsky.